• Facebook
  • Twitter
  • RSS

“…ascoltare e ad ascoltarsi,

sentendosi parte di un unico cerchio e di un unico ritmo…”

Che cosè?

un corso di djembè e percussioni africane.

Dopo il successo della giornata zero gratuita sono aperte le iscrizioni al corso di Djembe e Musica Africana organizzato dal Lokalino di Morbegno.

Si tratta di una esperienza innovativa ed originale improntata sugli strumenti a percussione, le musiche e la cultura tradizionali dell’africa occidentale ossia di paesi come Mali, Burkina Faso, Senegal, Benin, ecc…

Il corso sarà condotto dal maestro Marco Patanè che ha negli anni maturato una profonda esperienza nell’ambito della musica di quelle terre. (in allegato trovate il curriculum del maestro)

Il primo incontro sarà sabato 23 febbraio alle ore 14:00 al Lokalino, di fronte allo stadio comunale Merizzi di Morbegno.

Il corso si terrà il sabato pomeriggio al Lokalino di Morbegno e offrirà 6 incontri (sulla locandina trovate il calendario degli incontri) con il maestro Marco Patanè più la possibilità di suonare/esercitarsi con allievi esperti ogni sabato (15 incontri circa) presso la sala prove del Lokalino.

Chi ne fosse provvisto è pregato di portare il proprio djembè mentre saranno messi a disposizione alcuni strumenti per le persone che non ne possiedono uno.

per iscriversi inviare il modulo (scaricabile al link sottostante) all’indirizzo info@lokalino.it

SCARICA Modulo Iscrizione Corso Djembe

 

Per info e contatti: info@lokalino.it

_____________________________________________________________
Curriculum del Maestro Marco Patané

PATANE’ MARCO
Via S.Omobono, 88 bis – 29010 – Besenzone (PC)
siraba99@hotmail.com
347/0053845
P.IVA 01609120330

MARCO PATANE’
‐nel 1996 incontra la cultura dell’Africa Occidentale ed intraprende lo studio delle percussioni
tradizionali che effettua durante lunghi periodi di viaggi studio in Burkina Faso, Mali, Senegal,
Benin,
‐dal 1996 al 2000 frequenta la Scuola di Teatro del Centro Interculturale Ricerche Linguaggi
Koron Tlé di Milano, compagnia con la quale collabora fino al 2008 in qualità di attore e
musicista, in Europa ed in Africa (Idanse 1997, Kay Yaye Kay 1998‐1999, Divorce! 2000, Fuit
d’Ombre 2001, Hamlet Noir 2002‐2005, Ogoa la Perduta 2005, Dunia Sigui Kan 2006‐2008)
‐nel 1998 é membro fondatore dell’Association Siraba a Bobo Dioulasso, Burkina Faso. Siraba
é un’associazione culturale con finalità quali lo sviluppo della cultura tradizionale e l’incontro con
altre culture attraverso i linguaggi del teatro, della musica, della danza
L’associazione nel 2000 giunge alla realizzazione del Centre de Formation Artistique Desiré
Somé con la quale Marco Patané collabora tuttora in qualità di Co‐direttore Artistico e
realizzatore di eventi culturali ed artistici
‐dal 1999 conduce laboratori interculturali nelle scuole elementari, medie e superiori.
Laboratori che mirano a rendere coscienti della relatività culturale ed allo stesso tempo a
condividere valori fondamentali della Cultura Tradizionale dell’Africa Occidentale quali quelli del
cerchio, dell’ascolto,
del corpo, della parola
‐nel Luglio 1999 accompagna alle percussioni Sotiguy e Dani Kouyatè in La voix du Griot al
Festival di S. Arcangelo di Romagna
‐nel 1999 insieme a Lorenzo Gasperoni, Carlo Garofalo e Desiré Somé, fonda il gruppo Siraba
Denou, gruppo di ricerca sui linguaggi musicali della tradizione africana, con il quale circuita e
partecipa a numerosi festival ed eventi multietnici. Nel Luglio 2003 il gruppo consegue il primo
premio al Festival On the Road indetto dal Comune di Pelago (FI). Gruppo di riferimento sul
piano nazionale fino al 2005, accompagneranno grandi maestri quali Seydou Dao, Sourakatha
Dioubate, Oumarou Bambara, Souleymane “Cobra” Camara ed il saggio per eccellenza del djembè,
Famoudou Konatè
‐dal 2000 insegna il linguaggio delle percussioni dell’Africa Occidentale presso le sedi
dell’Associazione Siraba Italia di Sesto San Giovanni (MI) e di Morfasso (PC)
‐nel 2000 fonda a Bobo Dioulasso il gruppo Foronto, insieme al maestro Seydou Dao ed a Moussa
Sanou, grande maestro di kora (strumento melodico della tradizione Mandinga). Presto
diventano gruppo di spicco a Bobo Dioulasso, lavorando ad uno sviluppo artistico della
tradizione musicale e circuitando in festival e realtà regionali e nazionali
‐nel 2003 Incontra il Prof. Dario Benatti con il quale studia e collabora e grazie al quale si
avvicina alla disciplina della Musicoterapia Umanistica
‐dal 2004 al 2007 in collaborazione con i musicoterapeuti Stefano Anni ed Alberto
Alberti, conduce un corso di percussioni presso l’Ospedale Mellino Mellini di Rovato (BS)
all’interno di un più ampio progetto di musicoterapia
‐dall’Agosto 2004 conduce periodicamente dei laboratori di percussioni e approccio alla cultura
dell’Africa Occidentale per l’Associazione Lamusicaprima, durante i seminari estivi di
musicoterapia presso l’Isola di Brioni, in Croazia
‐ dal 2005 al 2008 collabora con la Fondazione Oliver Twist conducendo dei laboratori di
musicoterapia incentrati sul linguaggio delle percussioni e del canto etnico presso la “Fabbrica
del Talento” all’interno dell’Istituto dei Martinitt e di alcune scuole elementari della periferia sud
di Milano
‐dal Luglio 2006 conduce periodicamente dei seminari di percussioni ed approccio alla cultura
dell’Africa Occidentale presso il CESFOR di Bolzano, centro di studi incentrati su musica e
musicoterapia coordinato dal Prof. Roberto Ghiozzi
‐nell’Agosto 2006 è in tournè nel nord Italia con il gruppo Foronto con il quale registra il secondo
disco, “Dara doumouni”
‐nel Dicembre 2006 coordina la X edizione di “Les languages de la rencontre”, stage di danza e
percussioni presso il Centre Desirè Somè a Bobo Dioulasso, condotto da Siaka Koità, Drissa
Dembele, Daouda Diabate, Filibert Tologo, Noumoutye Ouattara, Abdoullaye Sanou
‐nel Luglio/Agosto 2007 effettua una tournè con il cantante Badarà Seck ed il percussionista
Dramane Konatè, con i quali intraprende una collaborazione tuttora attiva
‐dal Settembre 2007 partecipa ad un progetto di musicoterapia sempre con l’Associazione
Lamusicaprima all’interno di alcune scuole materne ed elementari del Comune di Pioltello (MI)
‐nel Gennaio 2008 è musicista nel film di Dani Kouyate: “Souvenirs encombrants
d’une femme de menage”
‐nel Febbraio 2008 conduce alcuni laboratori presso la Scuola di Musica “Donna Olimpia”
di Roma
‐nel 2008 è socio fondatore dell’Associazione Piccolo Principe, per la quale coordina
l’ambito artistico e con la quale prosegue il progetto omonimo all’interno delle scuole
elementari e medie di alcuni quartieri della periferia sud di Milano
‐dal Settembre 2008 collabora con la Scuola Civica “Carl Orff” di Piossasco (TO) coordinata
dal maestro Alberto Conrado, formando alcuni giovani musicisti al linguaggio delle
percussioni dell’Africa Occidentale
‐nel Dicembre 2008 coordina la XII edizione de “Les languages de la rencontre” con la
partecipazione di Anita Daulne, Adama “Bilorou” Dembele, Daouda Diabate, Jean Ronsard,
Ibrahim Koumare, Ibrahim Ouattara
‐nel Febbraio debutta con “Bemankan”, racconto teatrale sul valore delle differenze, con
Lalla Aicha Traore e la regia di Elisa Zanolla. Produzione L’altra luna
‐nella primavera 2009 insieme all’AS.SO.FA di Piacenza lavora alla creazione di uno
spettacolo sull’incontro tra la disabilità e la Cultura dell’Africa Occidentale,
in collaborazione con lo SVEP di Piacenza
‐dalla stagione 2009‐2010 comincia una collaborazione con la regista e pedagoga teatrale
Elisa Zanolla e l’Associazione L’Altra Luna, con la quale collabora nella conduzione di
laboratori e nella realizzazione di spettacoli teatrali all’interno di numerose scuole elementari
della provincia di Cremona, approfondendo la relazione tra suono, movimento ed immagine
‐nell’ottobre 2009 insieme a Badarà Seck, Lalla Aicha Traore, Daouda Diabate, Madia Diabate ed
altri musicisti provenienti da diverse aree musicali avvia il Progetto Badamj, prodotto da
Fabbrica Europa
‐nel Novembre 2009 avvia la partecipazione al progetto Ecumenismo e Dialogo Interreligioso/
200920102011,
collaborazione dell’Associazione Siraba Italia con AS.SO.FA. ed altre
associazioni del piacentino, all’interno della quale condurrà dei laboratori settimanali di musica
ed alcuni concerti insieme alla cantante Ghospel Tyna Casalini, a Bassita Dao, Giancarlo Boselli,
Lalla Aicha Traore, Moussa Sanou, Riccardo Marenghi
‐ nel Novembre 2009 debutta con Verdementa, racconto teatrale dove è narratore e musicista,
con la regia di Elisa Zanolla e la produzione di L’altra luna
‐ durante le stagioni 2010‐2011e 2011‐ 2012 continua la conduzione intrapresa nel Febbraio
2008 di un laboratorio di musicoterapia basata sul linguaggio musicale dell’Africa Occidentale
all’interno del C.E. della Cooperativa ARCO di Fiorenzuola, con due diversi gruppi di ragazzi
delle scuole elementari e medie inferiori che comprendenti numerose nazionalità differenti
‐ nel Dicembre 2011 ha l’onore di accompagnare Djeneba Seck e Seckou Kouyate in un
concerto a Brembate (BG) in occasione della celebrazione del 50 anniversario dell’indipendenza
del Mali
‐ Dal 2010 conduce regolarmente dei seminari sul’uso delle percussioni nell’ambito della
psichiatria presso la Scuola di Musicoterapia Lamusicaprima di Olgiate Molgora (LC)
‐ Nella stagione 2010‐2011e 2011‐ 2012 è referente per la musica dell’Africa Sub‐Sahariana
insieme a Moussa Sanou all’interno del progetto NEOS SINFONIA ORCHESTRA, promosso dalle
Scuole Civiche dei comuni di Piossasco, Beinasco, Bruino, Rivalta di Torino
‐ Dal Settembre 2010 conduce e coordina un laboratorio di Musicoterapia a favore di pazienti
psichiatrici in carico al CRA di Sarnico (BG)
‐ Nella stagione 2011‐ 2012 insieme all’AS.SO.FA di Piacenza collabora alla progettazione e
conduzione di laboratori artistici all’interno del progetto “Musica:linguaggio universale che
unisce le diversita’” presso le sedi dell’AS.SO.FA di Verano e Piacenza e la Scuola Media
Alberoni
‐ Nel Giugno 2012 intraprende una collaborazione con il Centro di Salute Mentale “La
Barabasca” di Fiorenzuola d’Arda in qualità di Maestro d’Arte